www.archeocivitas.org -© 2015 - 2019 by CIVITAS -Roma

  • Facebook App Icon
  • Twitter App Icon
  • Google+ App Icon
Gruppo_ARV_ban.png

ITINERARI SENSORIALI

Suoni,

Profumi della terra,

Leggende,

Meditazione,

...per entrare nella magia di un mondo antico ma mai del tutto scomparso...

Questa nuova attività sperimentale del CIVITAS potrebbe forse far sorridere i "puristi" dell'Archeologia, inducendo in loro la convinzione che si tratti della solita deviazione New Age anti-scientifica di cui sono piene le pagine di Internet...: vorremmo rassicurarli (oppure lasciare che continuino a sorridere) circa le nostre intenzioni tutt'altro che ascetiche e favolistiche.

L'idea nasce proprio da un'archeologo degli anni '70, Vincenzo Protani, che talvolta si soffermava per alcuni minuti davanti ad un prato anonimo, per poi indicare con certezza i punti nei quali si sarebbe potuto trovare un insediamento o una necropoli: nulla di paranormale, solo una grande abilità nell'immergersi nelle abitudini (e quindi nel pensiero) dei popoli antichi, arrivando quasi a rivivere l'emozione di un possibile ingegnere del passato, felice di aver trovato il luogo adatto a costruire.

 

Indubbiamente egli doveva possedere una profonda conoscenza della materia ma alla fine era lo spirito di osservazione o, se volete, l'intuito a guidarlo. Una catena di intuizioni non basata sulla fantasia ma bensì frutto di inconsapevoli processi matematici mentali in un susseguirsi di cause/effetti.

Durante gli anni trascorsi ad esplorare luoghi più o meno conosciuti e, successivamente a condividere l'esperienza con i nostri associati, notavamo come molte escursioni classiche risultassero asettiche rispetto alle sensazioni provate durante le prime esplorazioni. Non essendo in grado di trasferire la passione e la sensibilità dei nostri ricercatori, abbiamo quindi deciso un nuovo approccio da adottare durante alcune uscite in luoghi "unici".

Vorremmo accompagnare il visitatore ad uno stadio di sensibilità tale da essere avvolto dalla storia e dall'ambiente che lo circonda; una bolla sensoriale in cui la percezione del semplice spettatore muti in quella di co-protagonista dell'insieme.

La vera novità è l'uscita dai classici schemi dell'archeologia (comunque sempre presenti), per addentrarsi nel mondo dell'antropologia: vi racconteremo le vicende e le leggende legate al luogo, le narrazioni popolari, il perché si sia scelto di costruire qualcosa proprio nell'area visitata e non altrove, nonché quale culto religioso e quali rituali accompagnavano la vita del manufatto.

Sarete trasportati nella mentalità di coloro che frequentavano quel luogo ed il perché lo facessero.

Descriveremo la natura del territorio e quanto questa influisse nella cultura antica: il significato delle acque, delle zone vulcaniche, delle foreste e dell'orografia e le capacità che alcuni popoli avevano di modellare il terreno per tantissime esigenze.

Percepire gli odori ed i suoni di un ambiente, magari lontano dalla tecnologia e dall'industrializzazione moderna, ci insegnerà a vedere i luoghi come dovevano presentarsi migliaia di anni fa ad un forestiero come noi.

Coloro che ne sono in grado, potranno anche trascorrere del tempo in meditazione, trovando una simbiosi con gli elementi naturali che li circondano.

Ove possibile, cercheremo di soddisfare anche la percezione del gusto, individuando locande, agriturismi o aziende agricole in grado di farci assaggiare i prodotti locali, spesso frutto di una tradizione immutata da secoli.

Lo stesso dipartimento "Turismo & Itinerari" del CIVITAS, organizzerà occasionalmente degli eventi "full immersion" dove, all'escursione classica, si aggiungeranno cene a tema, spettacoli di musica, danze e rievocazioni relative all'epoca del sito visitato.

Come potrete constatare, nulla che si spinga troppo nel campo della New Age, considerando come anche la meditazione sia ormai una pratica universalmente usata per entrare in contatto con se stessi e con l'ambiente circostante. 

Il nostro fine è sempre quello di favorire la conoscenza del territorio e del suo patrimonio storico, archeologico, culturale e paesaggistico: nel caso dell'Itinerario Sensoriale, ciò avviene attraverso un coinvolgimento più profondo e consapevole.

NELLA SCHEDA RELATIVA AD UN ITINERARIO PROPOSTO,

LA PRESENZA DEL BOLLINO QUI DI FIANCO INDICA LA POSSIBILITA' DI  PERCORRERLO "SENSORIALMENTE",

POICHE' OVVIAMENTE NON TUTTI I LUOGHI SI PRESTANO A QUESTO TIPO DI ESPERIENZA.